Salus 1 : 1 Cistellum

March 13, 2017

PAGELLE

 

Salus vs Cistellum

 

Delusione per una prestazione sicuramente sotto tono, probabilmente generata da una leggerezza verso l'avversario che, con l'andare dei minuti, si è trasformata in timore di non riuscire a portare a casa il bottino pieno, necessario per la corsa play-off che, ahimè, si allontanano.

Un avversario alla portata dei nostri leoni che, per questa domenica, appaiono dei gattini innocui intrappolati sull'albero in attesa del pompiere.

Manca il sacrificio e l'attaccamento!!

Uno stop ora non ci voleva ma poteva essere previsto: speriamo non ce ne siano più nelle 6 finali a seguire.

 

 

1-MECO (Domenico Speranza)

6 #SAPONE

Chiamato in causa quasi mai da un avversario poco concreto.

Ottima la potenza e la precisione nei rinvii: pesca quasi sempre i suoi.

Gli scappa di mano una semplice palla nel secondo tempo.

Due belle uscite a pugni chiusi su traversoni insidiosi.

Il gol, bella rasoiata sul secondo palo, non è da attribuire a lui.

 

2-MANU (Manuel Franchi)

5,5 #SCIABOLATA

Poteva meritarsi di più semmai la sua partita non finisse anzitempo col rosso: la prossima domenica a riposo!

Nel primo tempo pesca almeno due o tre volte i suoi sul lungolinea con ottime pennellate.

Nel secondo un po' più abbottonato: imprecisione.

 

3-TORO (Alessandro Rossi)

5 #REWIND

Ricade in errori e timori che aveva perso: troppo pensieroso e poco partecipe.

A lui serve tranquillità e una partita nervosa non è d'aiuto. Soffre troppo qualche rimprovero: testa alta!

Maluccio nei disimpegni e nell'impostare il gioco.

 

4-TRIU (Matteo Triulzi)

6 #INGUARIBILE

IL MIGLIORE

Che sia una "malattia" la sua? Tutt'altro! Un pregio che dovrebbe essere preso d'esempio: non guarirà mai da questo suo modo di approcciarsi alle partite, seppur con limiti tecnici.

Umiltà, corsa e sacrificio sopperiscono alla grande i "ferri da stiro" che ha al posto dei piedi: perché in Terza Categoria non ci sono fenomeni, e forse nemmeno giocatori, ma UOMINI!!!

 

5-LUCCHI (Andrea Lucchini)

6 #SULPEZZO

Son ben poche le occasioni in cui si trova in difficoltà, anche complice i limiti avversari.

Ma sbaglia poco anche al cospetto di una difesa un po' in panna.

 

6-ARASERIED (Andrea Aracne)

5,5 #PANICO

Nel gioco degli scacchi si potrebbe dire: da torre a pedone! Un balzo indietro rispetto a rescalda.

I primo venti minuti sono da "paura" con almeno tre interventi al di sotto della sua portata: il problema che lui deve essere un pilastro di questa squadra e oggi non lo è.

Nel secondo si riprende con interventi e stacchi di testa ma nel complesso non va bene: occorre il vero Ara.

 

7-BOMBER (Luca Labita)

6 #STANCHINO

Denuncia una forma fisica sottotono e nello spunto si vede.

Nel primo tempo coglie un assist e beffa difensore e portiere per il gol del vantaggio.

Nel secondo è presente in tutto il reparto offensivo ma proprio per via di questi movimenti è poco lucido sull'1vs1.

Non aver mai rifiatato è forse la causa ma l'esperienza dovrebbe sopperire, soprattutto in Terza!

 

8-TOMMY (Thomas Re)

5 #NESSUNAPAROLA

(chissà che l'indifferenza sia più utile di molte parole spese positivamente)

 

9-PERRO (Gabriele Perotta)

5,5 #STOP-A-INSEGUIRE

Sarebbe utile un po' di tecnica per il bomberino che fa un passo indietro rispetto a domenica: ci si era raccomandati di non correre a vanvera ma purtroppo, pur spendendo molto, è un po' fuori dagli schemi di gioco.

Fa fatica a tenere la palla: un calo psicologico che rientrerà presto.

 

10-NINO (Antonino Speranza)

5,5 #DAOLIARE

Un marchingegno che per questa domenica si inceppa leggermente: troppi tocchi di palla in mezzo e la "veronica" diventa il suo passatempo domenicale.

Forse non molto aiutato dagli esterni che restano molto larghi ma è lui che deve dettare i tempi: troppi buchi in mezzo al campo.

 

11-Fabio (Fabio Pertile)

6 #ISOLATO

Dopo qualche mese la prima da titolare: ben rientrato cavallo!

Non è il suo ruolo l'esterno di centrocampo e la sua pecca è non saper stringere verso il centro.

Non sbaglia grossolanamente e si propone anche davanti.

Diligente e concentrato: non semplice dopo un'assenza così lunga.

 

13-SAMU (Samuele Carradore)

5,5 #INDECISO

È uno di quei giocatori che deve mettere tutto in campo per fare la prestazione e oggi, subentrato, quando ha la palla tra i piedi non incide: troppo lento nel pensare.

 

16-GINO (Jhinno Scaldaferri)

6 #IMPRONTA

Entra per una decina di minuti (o forse più) e mostra la sua tecnica saltando l'uomo e mettendola nel centro: quello che dovrebbe fare l'esterno.

La condizione fisica non gli permetterebbe oggi di fare minuti in più: prendiamoci questo per ora.

 

18-MARRA (Marco Maranzano)

6 #ACCOMODATO

Seconda partita schierato in panca.

Entra e si rende disponibile impensierendo la difesa della Salus.

La partita, ahimè, ormai a preso una piega sbagliata e lui non può di più.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

  • Facebook App Icon