Cistellum 1 : 0 San Luigi Pogliano

January 30, 2017

PAGELLE 

 

Cistellum 2016 vs San Luigi Pogliano

 

1-MECO (Domenico Speranza)

6,5 #PIANGINA

Rientrato da un lungo infortunio, durato il tempo dei pranzi del periodo natalizio e prolungato fino ai cioccolati dell'epifania, fa vedere subito di esserci.

Il punto debole erano le uscite ma contro quelli di SanLuigi, seppur poco pericolosi, quando chiamato in causa si fa trovar pronto.

C'è da migliorare sui rinvii (quanti ne hai fatti? Giocala un po' lì vicino!).

"Mister è ghiacciato il campo" si giustifica mugolando

"Meco ci sono 12gradi!!! Sono i tuoi piedi ghiacciati!"

Bravo PORTIE!

 

2-PERNA (Davide Perna)

6,5 #STOCK

Una spia, collocata sulla recinzione e dall'udito fine, giura di aver sentito (attorno al 30esimo) uno strano rumore provenire dalla sua coscia destra che, ahimè, lo mette KO e lo costringerà alla lunga sosta forzata. Peccato!

Nei primi 30 minuti, così in successione: stende il portiere avversario come fosse un bulldozer,  tacco con tunnel all'avversario che viene anche deriso vocalmente, diagonale da 10e lode che evita brutte sorprese.

Se la prognosi fosse confermata... ci mancherà!

 

3-NOZZO (Alessandro Rossi)

5,5 #ALTALENA

Ci ha già abituati, nel girone di ritorno, a momenti alti-bassi anche all'interno della stessa partita e questa non fa eccezione.

Parte timido, poi si rialza e conclude bene, anche se potrebbe di più.

L'errore maggiore è quello di essere troppo lento in fase costruttiva: quando riceve palla non sa come meglio scaricarla e succede che tocca rincorrere.

Meglio in copertura.

Considerando il livello dei Sanluigini dovrebbe proporsi di più.

 

4-NINO (Antonio Speranza)

6,5 #DOLCE

L'immagine di Nino nella bomboniera di Cistellum è quella di un Tiramisù, con poco cacao!

Serviva come il pane la sua esperienza in mezzo al campo e la fa vedere soprattutto nel primo tempo aiutando i suoi dirimpettai a muoversi all'unisono: dal centrocampo non passa nessuno e in più serve un assist per il gol che regala la vittoria.

Nel secondo tempo si fa sentire più con la voce che fisicamente, abbassandosi un po' troppo e costringendo la difesa a una timida reazione.

Nel post partita qualcuno l'ha visto con le gambe immerso nelle mozzarelle: se le sarà poi mangiate?

 

5-LUCCHI (Andrea Lucchini)

6,5 #IOFACCIOILMIO

Bendato, fasciato, strisciato, garzato o medicato: voleva essere presente e nonostante gli acciacchi di un 60enne ce la fa (grazie Pigo!).

Nel primo tempo sfiora il gol, ma le ciabatte che indossa gli fan sverginare la palla che arriva quatta quatta tra le mani dell'1 avversario.

Nel secondo tempo, complice un generale calo, soffre l'arrivo degli avversari che, nonostante fossero numerosi, non lo impensieriscono molto.

Bene negli scontri aerei sui calci d'angolo a favore; un errore grande su un traversone avversario: si dimentica l'uomo.

 

6-MANU (Manuel Franchi)

6 #SONOINFORMAMISTER

La vodafone, con un ansa delle 13:20, dichiara di aver intercettato una chiamata tra il ViceCap e uno misterioso uomo di nome Valentino (il Mister?).

Manu dichiara apertamente: "sono in forma, mettimi dove vuoi!"

Niente da dire per i primi 45 minuti: preciso (a parte forse un'occasione in cui si fa scavalcare da una palla lunga).

Poi il timore prende il sopravvento e viene schiacciato, più che dagli avversari, dal baricentro della Cistellum che cede troppi metri.

La pecca sua, in queste situazioni che sicuramente si ripeteranno, è quella di non spingere tutti qualche metro più su, evitando di rischiare troppo ma soprattutto dovrebbe prendersi maggiori responsabilità partecipando al giro palla (anche dalle rimesse laterali).

Averne comunque combattenti così!!

 

7-BOMBER (Luca Labita)

6,5 #CHIACCHIERE

Cislago, comune di poco più di 10mila abitanti, è ricordato per il Castello, per la grande piazza, per i bar sempre pieni (quasi tutti sponsor Cistellum: grazie!) ma anche per le chiacchiere del frontini! Magnifiche.

Sembra che il capitano ne abbia mangiate troppe sabato sera: 95minuti a vociare, urlare, incitare, parlare con arbitro.

Poi, all'80esimo si espone: se volete sto zitto? Naturalmente scherzava: non ce la farebbe mai, non illudetevi!

Per il resto corre, si propone e sigla come il suo dovere impone.

Da ricordare anche tre rasoiate verso centro area non raccolte dai compagni.

Nel secondo tempo, forse fisicamente più stanco, dovrebbe aiutare la squadra a star più su.

 

8-TOMMY (Thomas Re)

6 #LEGNO

Difficile da descrivere la situazione in cui colpisce il palo perché chi scrive, in quel momento, era girato, ma da testimonianze ufficiali il nostro Tommy era tranquillo appoggiato al palo, al riposo, quando una palla ruzzolava in giro e l'ha disturbato: segno o non segno?

Un gara diversa dalle altre la sua: più generoso e meno tecnico, tanto che lo si è visto rincorrere l'avversario per oltre 30metri, manco fosse una bella 18enne cislaghese!

Cincischia troppo con la palla tenendola tra i piedi più del dovuto: è comunque un Tommy fisicamente rigenerato dalla preparazione invernale!

 

9-MARA (Marco Marranzano)

6,5 #SAMARCANDA

IL MIGLIORE

Corri cavallo corri ti prego: cantava Roberto Vecchioni e lo ripeteva mister Valentino in panca domenica: se gli avesse attaccato le redini avrebbe trascinato un aratro e tirava su il sintetico cislaghese.

È vero che pecca di precisione, è vero che spesso vien colto in fuorigioco (poi quanti son giusti?) ma è anche vero quanto conta il sacrificio e il nostro bomber ha coperto tutti gli spazi fino al 90esimo.

Arriveranno i gol, per ora ce lo teniamo stretto stretto!

Guai a chi lo tocca.

 

10-NORBI (Norberto Rimoldi)

6,5 #PIEDECALDO

Da sempre il suo tocco è superbo, ma è la prima domenica dal lontano settembre che ogni palla ferma che passa dai suoi piedi è un pericolo per gli avversari: i suoi compagni potevano raccogliere in maniera più prolifica i suoi inviti.

Si muove bene anche in quella posizione del campo, seppur limitato: ma le assenze erano troppe!

Poteva, probabilmente, spingersi più su in alcuni frangenti, ma nulla da dire sulla sua prestazione! Buona la prima

 

11-PERRO (Gabriele Perotta)

5,5 #CRESCERÀ

Ben arrivato al giovane Gabri!

Messo subito nella mischia soffre la fisicità e, sopratutto nel primo tempo, fa fatica a farsi valere.

Nel secondo tempo almeno due sgaloppate sulla fascia che lo portano fino alla linea di fondo: non sfrutta bene.

Una conclusione dal limite.

Sacrificio in fase di ripiego abbassandosi fino alla linea di difesa per difendere.

Ci attendono altre 12 partite e sarà sicuramente un punto di forza della nuova Cistellum.

 

15-SAMU (Samuele Carradore)

5,5 #DIESEL

Un precampionato a buoni livelli, in cui la sua apparizione copriva un minutaggio maggiore.

Uno spazio più limitato questa domenica che non gli permettono di esprimersi al massimo.

La conclusione?

Entra intimidito e si scioglie piano piano, seppur commettendo sbavature che, si vede chiaramente, sono frutto della frenesia.

Diceva il saggio: con la calma e la pazienza han fatto il culo a chi era senza!

Lo farà anche il nostro Samu!

 

16-SERIED (Andrea Aracne)

5,5 #JOLLY

Muovere quelle pertiche e cercare di giocare la palla nello stesso tempo non è per nulla facile, soprattutto se acciacchi vari l'han tenuto fuori dal campo 1 volta sì e... l'altra pure.

Non si discute la sua prestanza fisica e la sua importanza nella squadra ma diventa difficile giudicare la sua posizione domenica: entra per dover dare una mano a difendere ma si trova più spesso in avanti.

Se ce lo invidiano tutti, dalle Alpi alle Ande, ci sarà un motivo... attendiamo tempi migliori!

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

  • Facebook App Icon